Mercurio Festival 2023

27

Settembre

invitato da

Spettacolo per spettatore solo

performance per 1 spettatore a turno – 20 min – Ticket 3 € – Prima Regionale

Credits

Scritto e interpretato da Mariagiulia Colace

da un'idea di Marco Pasquinucci

Una produzione Officine Papage e Babel

 

Sinossi

Un essere umano di fronte a un altro essere umano, che umano non è. Un essere umano di fronte ad un umanoide, una Macchina.  Due esseri identici in tutto e per tutto, con una sola piccola differenza, anzi due: la macchina per piangere ha una riserva limitata di lacrime; la macchina non ha una fine.  

GIORNI

  • dal 27 al 30 Settembre

ORARI

  • Ore 17:00 - 17:30 - 18:00 - 18:30 - 19:00 - 19:30 - 20:00 - 20:30

Biglietti prenotabili esclusivamente mandando un messaggio whatsapp al numero 3792876196

 

Bio

Mariagiulia Colace nasce a Roma nel 1987. Dopo gli studi all’Accademia di belle Arti di Roma in Scenografia, inizia a lavorare nell’ambito teatrale. Tra le varie esperienze ci sono il lavoro con la compagnia di Emma Dante, e il lavoro come drammaturga all’interno di collaborazioni (come quella con Officine Papage, da cui nasce il progetto “L’imbarazzo dell’Infinito”) e progetti personali (come “Anche i cori russi mi consolano, selezionato da Lucia Calamaro per il progetto “Nuove Scritture” 2018 al Teatro di Roma). Parallelamente porta avanti il suo lavoro di illustratrice, scrivendo e disegnando storie. Pubblica per Fabbri Editore, Feltrinelli, Barometz Edizioni, Ideestortepaper.

27

Settembre

17:00

L’imbarazzo dell’infinito – Maria Giulia Colace

Spazio Marceau